Vertigini: le cause e i vari tipi

Con il termine vertigini si intende una alterazione della percezione dell’ambiente circostante rispetto alla nostra visuale, con una sensazione di smarrimento dell’equilibrio e di instabilità.

La radice della parola proviene dal latino “vertere” che significa ruotare e si differenzia in:

  • Oggettiva” quando la sensazione si riferisce all’ambiente circostante

  • Soggettiva” quando è il soggetto ad avvertire la rotazione rispetto all’ambiente

Sebbene non sia la manifestazione chiara di una patologia, questa però è da considerarsi sicuramente un sintomo che va assolutamente indagato.

Non essendo qualcosa di specifico ma comune in alcuni condizioni, è bene accertare con il medico la natura di questa sgradevole sensazione e risolvere in maniera efficace.

 

Le vertigini

Ma quali condizioni possono determinare le vertigini?

Sono varie le patologie che possono avere come disturbi le vertigini e possono riguardare l’ambito otorinolaringoiatrico, neurologico, muscolo-tensivo, psicologico e cardiocircolatorio.

Generalmente si pensa che le vertigini sia prettamente un disturbo derivante da una problematica presente nell’apparato uditivo del paziente, quindi di pertinenza specifica di un medico otorinolaringoiatra; sfortunatamente non essendo un sintomo chiaro e specifico, questa sensazione è presente anche in condizioni più o meno gravi che andranno approfondite con tecniche di imaging radiografico che permetteranno di avere un quadro dettagliato della situazione.

Molti pazienti infatti suppongono che questo disturbo sia una sciocchezza e che, prima o poi, passerà da sola.

Attenzione però! Se questo disturbo è venuto fuori, un motivo c’è e per questo è necessario creare i presupposti di indagine per capire cosa ha scatenato il fastidio e intervenire efficacemente.

In medicina e in fisioterapia questo sintomo è estremamente importante perchè permette innanzitutto di identificare le aree da trattare e da indagare e procedere metodicamente sull’iter terapeutico.

Nella mia pratica clinica ho potuto riscontrare che molte volte, dove sono presenti segni di vertigini associati a nausea e a cefalea, il responsabile principale è il rachide cervicale: questo avviene in quanto a seguito di un disturbo come un ernia, protusione o artrosi cervicale c’è una risposta neurologica a questa problematica che sviluppa, come campanello di allarme, proprio il senso di disorientamento spaziale sopra descritto.

Come detto precedentemente, i disturbi più frequenti che possono determinare le vertigini sono vari e di differente specializzazione medica:

Labirintite

É una condizione clinica rappresentata da una infiammazione che colpisce l’orecchio interno (chiamato labirinto) con una compromissione della componente vestibolare, responsabile del mantenimento dell’equilibrio del corpo rispetto allo spazio.

Le cause della labirintite sono varie e possono essere generalmente di tipo virale o batterico, conseguenti a volte a infezione dell’apparato uditivo (otiti), ma anche somatizzazioni da periodi di stress, traumi alla testa o da una reazione non calcolata da farmaco.

I sintomi sono vari ed è utile riconoscerli per una corretta diagnosi di labirintite:

  • Vertigini : a causa del malfunzionamento del sistema vestibolare e degli otoliti all’interno dell’orecchio, il cervello riceve segnali non corretti riguardanti l’ambiente che lo circonda.

  • Nausea e vomito

  • Acufene ( rumori nell’orecchio)

  • Grave instabilità posturale: spesso, durante la fase acuta, è difficoltosa se non impossibile il raggiungimento o il mantenimento della stazione eretta

  • Peggioramento dell’udito

  • Incapacità a mantenere la saliva in bocca

Conseguentemente alla fase acuta, subentrano inoltre disturbi emotivi come depressione e stati d’ansia ricorrenti.

Neuronite Vestibolare

Questa patologie è caratterizzata da una compressione o un allungamento del nervo vestibolare, responsabile dell’invio al cervello delle informazioni riguardanti l’equilibrio e il mantenimento posturale.

Si presenta in maniera brusca con un forte senso di vertigini, con una sensazione di rotazione dello spazio intorno a sé molto intensa che aumenta con il movimento della testa e diminuisce con l’ipomobilità o la posizione seduta.

Può essere accompagnata da sintomi quali nausea e vomito, senza dare però problemi alla qualità dell’udito; le cause che possono portare alla neurite vestibolare sono virus o disturbi circolatori acuti.

Emicrania

Questo ricorrente disturbo provoca senso di instabilità e vertigini di tipo soggettivo che possono durare per svariate ore, esordendo proprio come sintomo iniziale, per poi essere accompagnata successivamente dal dolore cefalico vero e proprio.

Disturbo muscolo-tensivo

Questa situazione è di competenza prevalentemente fisioterapica ed è caratterizzata da una tensione muscolare che crea un blocco a livello delle strutture cervicali, inviando quindi una stimolazione alterata al sistema nervoso centrale che genera vertigini e un alterazione del senso di posizione.

Le cause sono varie che possono determinare questa condizione, come per esempio colpo di frusta, artrosi cervicale o alterazione posturale della catena muscolare posteriore.

Disturbi psicologici ed emotivi

stress

stress lavoro

In presenza di periodi di grande stress, stati d’ansia di forte intensità o di situazioni riguardante il tono dell’umore (depressione) si può avere una situazione di difficoltosa percezione dell’ambiente circostante con vertigini frequenti attacchi di panico.

Questi disturbi psicologici logicamente sfociano anche, nelle persone particolarmente emotive, in una somatizzazione dello stress con aumento della tensione muscolare determinando quindi un disturbo vero e proprio muscolo-tensivo.

Disturbi Cardiocircolatori

In presenza di alterazioni del flusso sanguigno, come per problematiche riguardanti la pressione sanguigna, alterazioni della componente di emoglobina nel sangue (anemia), si può avere un disturbo dell’equilibrio in quanto i vasi sanguigni che irrorano il cervello e l’orecchio non riescono ad avere un corretto apporto di sangue e sostanze nutritive, andando quindi in sofferenza e mostrandola con fenomeni di vertigini e malessere generale.

Contattami al

3290119961

oppure compila questo form

Lascia una recensione
3.7]