Come scegliere un cuscino per la cervicale

Se la tua ricerca ti ha portato in questa pagina, sicuramente hai bisogno di qualche consiglio che ti possa aiutare nella scelta su quale cuscino per la cervicale scegliere; scopriamo insieme quindi quali tipi di cuscino esistono e come sceglierlo nel modo migliore.

Anatomia e fisiologia della cervicale

Prima di elencare tutti i vari tipi di cuscini esistenti e scegliere di conseguenza quale cuscino per la cervicale, è importante fare un breve accenno anatomico di come è fatto il collo e quali sono le sue strutture biomeccaniche.

cervicale anatomia
Esempio di vertebra cervicale con tutte le componenti

Infatti è bene specificare che il collo è la zona più mobile di tutta la colonna e quindi è quella che tende a modificare più facilmente la sua struttura per accomodare una qualche rigidità in altri distretti; il distretto cervicale infatti è composto da 7 vertebre cioè delle ossa corte che sono localizzate nella parte posteriore del corpo. Queste vertebre formano una sorta di struttura dura che permette ai muscoli, tendini e legamenti di ancorarsi sui vari segmenti che compongono le vertebre donando stabilità, forza (calcolando che il rachide cervicale deve sopportare il peso della testa e del cranio) e mobilità, garantendo inoltre un accomodamento della vista per esplorare lo spazio circostante.

Proprio la mobilità è l’elemento più importante che dona alcune specifiche peculiarità alla cervicale; infatti il rachide cervicale esegue questi movimenti:

  • Flessione
  • Estensione
  • Rotazione
  • Inclinazione

Per riepilogare quali sono i movimenti che compie il collo, vi mostro questo simpatico video che mostra in maniera molto chiare quali movimenti fanno le vertebre.

Per quanto riguarda invece le curvatura che ha il collo, è bene ricordare che la colonna se vista su di un piano sagittale presenta alcune concavità e convessità che sono (partendo dal basso):

  1. Curva sacrale: concavità anteriore
  2. Lordosi Lombare: concavità posteriore
  3. Cifosi dorsale: convessità posteriore
  4. Lordosi Cervicale: concavità posteriore (nel momento in cui si perde questa curvatura si assisterà ad una verticalizzazione cervicale).

Tipologia di materiali del cuscino

Ma veniamo quindi a parlare dei vari tipi di cuscino per la cervicale che sono in commercio e quali sono i materiali che vengono utilizzati.

Per quanto riguarda i materiali per il cuscino è necessario innanzitutto eseguire una prima divisione, cioè suddividere i materiali tra naturali e sintetici.

Cuscini per la cervicale in materiale naturale

materiali naturali sono quei cuscini che hanno all’interno dei materiali che provengono dalla natura e che hanno alcune peculiarità che sono quello dell’elasticità dei tessuti e la capacità di regolare il calore (termoregolabilità); la capacità inoltre di questo tipo di materiale è quello di essere resistente agli attacchi di agenti infestanti come acari e tarli.
Nel corso della storia si sono utilizzati vari tipi di imbottitura dei cuscini (nel medioevo si usava anche la paglia per dare volume alle federe dei cuscini), ma attualmente vengono venduti alcuni tipi di cuscini per la cervicale sia a con la lana che con la piume d’oca.

Quì sotto vi mostro un esempio che potete acquistare su AMAZON e che riguarda il cuscino in lana: questo tipo di cuscino viene ancora molto apprezzato per la capacità di dare calore durante l’inverno e far traspirare l’aria durante l’estate; inoltre fornisce un buon sostegno per il collo.

Nel caso in cui invece si voglia un cuscino che sia in piume d’oca, è bene ricordare come questo materiale è sicuramente quello più comodo e più accogliente come materiale naturale, ma è importante che la federa sia bella piena di piume, altrimenti l’altezza del cuscino risulta essere insufficiente.

cuscini cervicale
In questo cuscino quì sotto invece è possibile trovare un altissima qualità come prodotto e con l’affidabilità della vera piume d’oca 100% italiana.

Materiali sintetici per il cuscino

Ma veniamo quindi ai cuscini che invece sono prodotti con dei materiali sintetici: in questo senso si apre un grande mondo che permette alle varie persone di scegliere in base alla comodità.

Andiamo quindi ad analizzare quali sono questi tipi di materiali per il cuscino per la cervicale e come è bene affrontare l’acquisto del guanciale.

  • Cuscino in poliestere: sicuramente sono la tipologia di cuscini più comuni e sono considerati proprio quelli basici. Hanno una grande capacità, quella di essere molto traspiranti e leggeri come peso specifico, fornendo un buon compromesso tra tolleranza alle allergie e all’elasticità del guanciale. Quì sotto vi posto un esempio di guanciale in poliestere nella misura classica per il vostro riposo.
  • Cuscino a molle: questo tipo di guanciale hanno la capacità di avere una sorta di sacchetto al cui interno sono presenti tante molle indipendenti che risultano essere insacchettate individualmente. Questo fatto rende questo tipo di cuscino per la cervicale uno strumento per il riposo molto valido in quanto fornisce un valido sostegno della testa durante il sonno, garantendo anche una buona traspirabilità della cute su di esso.
    Questo tipo di guanciale è quindi consigliato per chi durante il sonno ama avere un sostegno deciso e importante; vi mostro quì sotto un ottimo oggetto acquistabile anch’esso su AMAZON.
  • Cuscino in schiuma di lattice: questo tipo di materiale risulta essere più elaborato in quanto è composto da un lattice che può essere sia solamente naturale, sia solamente sintetico oppure misto. Quando viene prodotto dall’azienda, questo viene inserito all’interno di specifici stampi che permettono di avere dei nuclei modellati alla base e donando quindi alcune caratteristiche ben precise per ciò che riguarda un cuscino per la cervicale.
    La superficie di contatto con la cute è creata con dei piccoli fori che hanno delle bugnature le quali, durante il sonno e con il trasferimento di calore umano al tessuto, questo genera una dispersione dell’umidità che risulta esser quindi intrappolata all’interno delle fibre del guanciale.
    Questo tipo di cuscino è leggermente più alto rispetto a quello di lana o in poliestere, ma genera una maggior tollerabilità della cute durante il sonno: la traspirabilità di questo tipo di materiale è proprio il punto forte di questa tipologia di sostegno.
    Anche sotto l’aspetto igienico questo cuscino è da preferire rispetto agli altri, in quanto è antibatterico e antiacaro.

Una menzione particolare va fatta invece per i cuscini in memory foam: questi cuscini sono anch’essi in lattice ma con una schiuma chiamata “viscoelastica” cioè sono dotati di una particolare peculiarità: non solo donano un grande sostegno a chi ci riposa, ma hanno la capacità di deformarsi sotto il peso del corpo e con la pressione del corpo; inoltre il calore viene perfettamente disperso rendendo veramente fantastico il riposo con questo tipo di cuscino. Se si va infatti ad analizzare specificatamente per la zona cervicale, questo tipo di cuscino è senza dubbio quello che preferisco e che consiglio di più ai miei pazienti, perchè si modella perfettamente sotto la pressione della testa e del collo, eliminando quindi i punti di pressione. Sono quindi straconvinto che questo genere di guanciale è quello più indicato per chi soffre di dolore alla cervicale (io stesso dormo ogni notte con un cuscino in memory foam). Vi mostro quì sotto proprio un cuscino in memory foam che mi sento di consigliare per tutti quei pazienti che hanno bisogno di fare una bella dormita e che hanno un dolore al collo durante la notte.

Cuscini ergonomici per la cervicale

Oramai vanno molto di moda acquistare questo genere di guanciale che viene sagomato in base alla conformazione del collo: se devo esprimere un’opinione su questo tipo di cuscino la mia visione non è completamente positiva.

Risulta essere alquanto dubbiosa in quanto credo che ogni persona abbia una propria conformazione per il collo e che quindi è il cuscino che deve adattarsi alle condizioni del paziente, no il contrario. Con questo non dico che sono inutili, ma credo che questo tipo di cuscini che sono sagomati con delle onde e che vorrebbero accogliere meglio il paziente, non tengono conto a volte delle varianti anatomiche o delle modificazioni posturali che possono esserci sul paziente.
Per questo motivo mi trovo spesso con dei pazienti che pensano di aver fatto un affare ad aver acquistato questi supporti e che poi, nel corso del tempo, si rivolgono a me per risolvere i loro disturbi come vertigini, mal di testa e senso di sbandamento durante il giorno.

Comunque se si vuole provare questo genere di acquisto (che ovviamente in alcune persone potrebbe portare anche un grande beneficio, ma che in altre invece potrebbe essere tutt’altro che benefico) vi propongo alcuni cuscini specifici sagomati ed ergonomici per la cervicale.
Generalmente la cosa molto buona di questo tipo di cuscini è che sono fatti in materiale memory foam, per accogliere ancora meglio la testa del soggetto.
Vi propongo quì sotto un esempio che comunque sono molto buoni.

Nel video quì sotto invece vi mostro come questi cuscini vanno messi e come la testa va poggiata al di sopra, mi raccomando quindi di seguire bene le istruzioni in modo da non svegliarsi la mattina pieni di dolori.

 

Cuscino per la cervicale in viaggio

Se sei uno che viaggia spesso oppure deve affrontare un lungo percorso (con conseguente addormentamento), sappi che esistono anche alcuni cuscini adatti da viaggio che possono esser acquistati e che possono donare al vostro viaggio un tocco di riposo in più e di comodità in più.

Infatti si vendono ormai da molte parti alcuni cuscini a forma di C che hanno al possibilità di esser utilizzati nei treni, aerei e traghetti in maniera comoda e che servono a donare relax al vostro collo. Questo tipo di strumenti sono molto validi perchè permettono, nel caso in cui vi addomentiate, di non passare ore con il collo storto e con un risveglio a dir poco atroce pieno di dolori.
Questo cuscino è in memory foam e avrà quindi non solo la capacità di sostenervi il capo evitando uno spiacevole atteggiamento errato, ma anche donarvi una particolare dormita confortevole e avvolgente.

Per vedere come utilizzare in viaggio questo cuscino, vi inoltro questo bel video su come mettere il cuscino per la cervicale in viaggio.

Hai bisogno di aiuto?

Chiedi il mio aiuto

cicatrice cesareo

Cicatrice Cesareo

Hai subito un parto e hai scelto per partorire un parto cesareo? Probabilmente adesso hai una…
contrattura polpaccio

Contrattura polpaccio

Senti un irridigimento a livello del polpaccio e pensi di avere una contrattura polpaccio? Scopriamo insieme…
Fisioterapia cervicale

Fisioterapia cervicale

Nel corso del tempo la fisioterapia cervicale è cambiata molto, in quanto le scoperte scientifiche e lo…
Spalla Rotta

Spalla Rotta

Hai avuto un trauma o una caduta e hai una spalla rotta? Affrontiamo bene questa situazione e…
taping alla spalla

Taping alla spalla

Hai un dolore alla spalla e hai visto in giro persone con lo stesso problema andare…
cos'è una manipolazione

Chiropratico

Hai un qualche dolore alla schiena o alle articolazioni e stai cercando un chiropratico? Scopriamo insieme cosa…
Facebook 0
Google+ 0
LinkedIn 0
WhatsApp
Dott. Daniel Di Segni

Dott. Daniel Di Segni

Laureato presso "La Sapienza" di Roma in Fisioterapia con votazione 110 e lode.
Specializzato nel trattamento del dolore e delle problematiche muscolari tramite la terapia manuale

Vedi gli Articoli

Altri Consigli e Guide che potresti continuare a leggere

Ricevi gli ultimi aggiornamenti

Chiudi il menu

La tua Opinione per me è importante

4,9 16 Recensioni da Facebook
5,0 128 Recensioni da Google

Il titolare del trattamento dei dati raccolti, a seguito della consultazione di questo sito, è Daniel Di Segni con sede legale a Roma– Via Leopoldo Traversi, 33 – 00154 ( RM ) phisio.daniel@gmail.com

Dati e modalità del trattamento
L’acquisizione dei vostri dati personali inviatici in modo facoltativo, esplicito e volontario via mail o mediante la compilazione di appositi moduli di richiesta durante la consultazione di questo sito, è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Questi dati verranno utilizzati solo a fini statistici anonimi, relativi all’uso di questo sito, per controllarne il corretto funzionamento e potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità, in caso di ipotetici reati informatici ai danni del presente sito. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti, che si connettono a questo sito ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente. I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati, per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

Diritti degli interessati
In qualunque momento, potete chiederci la conferma dell’esistenza o meno dei vostri dati e conoscerne il contenuto, l’origine o chiederne l’aggiornamento. Potete inoltre chiederne la cancellazione o la trasformazione in forma anonima.

Eventuali richieste potranno essere rivolte:
Via e-mail, all’indirizzo phisio.daniel@gmail.com
oppure via posta, a: Daniel Di Segni – Roma – Via Leopoldo Traversi, 33 – 00154 ( RM )

Leggi la privacy policy da qui: Privacy Policy