Collo in avanti

Hai notato che nell'ultimo periodo hai assunto una postura con il collo in avanti e non sai cosa fare? Scopriamo da cosa è dovuto e come migliorare con la fisioterapia specializzata.
collo-in-avanti-cervicalevertigini

Se sei giunto in questa pagina, è perchè hai notato nell’ultimo periodo un graduale e inarrestabile cambiamento in avanti della tua postura cervicale.
Ma cosa si intende veramente?

Parliamo di Collo in avanti quel cambiamento posturale che porta il rachide cervicale ad avere una anteriorizzazione rispetto alle altre curve della colonna vertebrale. Questo atteggiamento è collegato molto spesso ad un torace rigido e curvo, che porta il distretto del collo ad essere più avanti e non allineato rispetto alle altre curve del rachide.

Quali sono le cause di un collo in avanti?

Sicuramente una cosa che va capita immediatamente che non è un processo iniziato qualche giorno fa, bensì è un lungo percorso che il vostro corpo ha compiuto per arrivare a questo livello.

collo in avanti

Sì perchè il corpo ha una sua metodologia di gestire il peso corporeo cercando di ottimizzare le energie e la distribuzione del carico corporeo. Quando mi capita di vedere all’interno del mio studio a Roma pazienti con il collo anteriorizzato mi trovo quasi sempre persone che durante la loro attività lavorativa /vita non hanno mai posto alcun tipo di accortezza nel promuovere una corretta igiene posturale.

Generalmente quando ci sono questi atteggiamenti in avanti del rachide cervicale ci sono alcune cause:

  • Grossa Rigidità del torace
  • Ipercifosi delle vertebre toraciche
  • Accorciamento dei muscoli anteriori del collo (Sternocleidomastoideo e scaleni)
  • Spalle ruotate internamente
  • Disturbi del respiro (diaframma accorciato)
  • Traumi
  • Cicatrici
  • Disturbi nel pacchetto viscerale della gola
  • Gibbo
  • Postura errata davanti al computer
  • Troppo tempo passato piegato sullo smartphone

Queste sono le cause principali che possono portare ad un collo in avanti e che vanno analizzate molto approfonditamente quando si vuole migliorare la postura.

Quali sono i sintomi del collo anteriorizzato?

Affrontare un paziente con un collo anteriorizzato è molto spesso una sfida ardua con cui cimentarsi. Sì perchè generalmente chi giunge nel mio studio con un collo in avanti è un paziente che ha mantenuto delle posture errate per veramente tanto tempo.

dolore al collo cellulare

Questi pazienti generalmente, nonostante presentino un torace spesso rigido e curvo, non presentano una dorsalgia, bensì una vera e propria cervicalgia da sovraccarico.

Sì perchè avendo uno spasmo della muscolatura anteriore, le vertebre cervicali vengono trazionate in avanti. Vediamo quindi quali sono i sintomi per chi ha il collo in avanti:

  1. Dolore a barra dietro al collo
  2. Rigidità nei movimenti di rotazione
  3. Grossa limitazione nell’andare verso l’estensione (guardare il soffitto per capirci)
  4. facilità nel flettere la testa in avanti (guardare l’ombellico)
  5. Mal di testa
  6. Vertigini
  7. Sbandamenti
  8. Nausea
  9. Difficoltà nel prendere aria
  10. Alterazione nella deglutizione (raro)
  11. Spalle chiuse
  12. Rigidità nell’aprire le spalle
  13. Tendenza a stare incurvato da seduto
  14. Sonno non ristoratore (quì la guida per dormire con il dolore cervicale)

Come correggere questa postura in avanti

Veniamo ora all’aspetto forse più importante per questa condizione.

Quando è presente un collo in avanti in questo modo, è chiaro che il trattamento che deve essere svolto deve essere eseguito necessariamente con il FISIOTERAPISTA.

Mi capita molto spesso di vedere pazienti che hanno già provato a risolvere (senza risultato purtroppo) questi dolori cervicali essendo sottoposti a degli inutili massaggi al collo.

L’errore nasce dal fatto che viene massaggiato il punto errato: poichè c’è questa tensione anteriore, è inutile andare a sciogliere quei muscoli che anzi, stanno evitando il collasso anteriore.
É necessario rilasciare la muscolatura davanti in modo da poter alleviare l’enorme lavoro che stanno facendo tutti i muscoli posteriori.massaggio

Per questo motivo esistono delle tecniche eccezionali come la tecnica Strain Counterstrain che libera i vari distretti andando verso la disfunzione e resettando completamente l’informazione sensoriale proveniente da quel distretto.

Estremamente importante in questo genere di problema è andare a recuperare attraverso alcuni esercizi attivi l’azione di alcuni muscoli che sono stati inibiti da questo tipo di atteggiamento. Per questo motivo il paziente deve essere bravo nell’eseguire quotidianamente alcuni esercizi consegnati dal fisioterapista specifici per la sua condizione.

Importante infatti è recuperare l’attività dei muscoli stabilizzatori della scapola; vi posto un esempio di esercizi che generalmente suggerisco ai miei pazienti sia che essi abbiano problemi alla spalla sia per quando hanno problemi di collo in avanti.

metodo mezieresMolto utile inoltre, una volta tolte tutte le disfunzioni che tengono il collo anteriorizzato, cercare di riequilibrare la catena cinetica posteriore con la rieducazione posturale Mezieres.

In questo modo è possibile riportare tutti i distretti corporei a lavorare e muoversi nella loro fisiologica posizione, riportando quindi il collo a stare in linea con le altre curvature spinali.

 

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Contattami

La nostra sede è a Roma, in via dei Laterani, 28 (Roma)

Chiudi il menu