Cervicale Vertigini è conforme alle misure di sicurezza Covid-19 nella Regione Lazio.

Massaggio cervicale

Massaggio Cervicale

Hai bisogno di un massaggio cervicale ma vuoi saperne di più? Ti spiegherò in questo articolo come va fatto e perchè è bene affidarsi ad un fisioterapista esperto nel trattamento sul collo.

Quando si ha dolore alla zona cervicale la prima cosa che viene in mente è di farsi fare un bel massaggio cervicale. Poco importa se questo è un fisioterapista specializzato come il dr. Daniel Di Segni oppure un amico, l’importante è sciogliere quei muscoli che sono bloccati.

Ci ho preso vero?!

Beh in questo articolo andremo ad analizzare quali sono gli effetti del massaggio cervicale, quando va fatto e quando no e come si fa.

Prenota una visita a Roma
Scrivimi su WhatsApp per prenotare una visita

Iniziamo a capirne di più e comincia a stare bene!

Massaggio cervicale: quando si fa

Partiamo da un concetto che però è importante da chiarire: se stai cercando informazioni su come massaggiare il collo è perchè sicuramente hai un dolore o un qualche problema alla zona cervicale. Capita inoltre che alcuni medici, dopo averti visitato, prescrivano di eseguire un massaggio cervicale decontratturante oppure per allentare quella tensione al collo rigido.

Quando si fa il massaggio al collo

Devo essere onesto, in passato anche io facevo molti massaggi ai miei pazienti che avevano questa prescrizione, ma col tempo ho modificato il tipo di approccio terapeutico. Ma quì facciamo un pochino di chiarezza quando è necessario fare un massaggio terapeutico cervicale:

  • Movimenti rigidi del collo
  • Dolore alla palpazione dei muscoli contratti
  • Presenza di trigger point sui vari muscoli
  • Possono aiutare nella gestione del mal di testa
  • Sensazione di Limitazione nei movimenti in flessione
  • Collo completamente bloccato (abbinato spesso ad una manipolazione vertebrale oppure ad un reset con tecnica Jones)

Ciò che però va menzionato è che, molto spesso, le problematiche che inducono un dolore al collo non sono da ricercare nella parte posteriore della cervicale, bensì anteriormente. Sì perchè se ci sono dei muscoli bloccati nella parte davanti, questi proietteranno un dolore posteriore in maniera diffusa.

Cosa genera un massaggio per la cervicale

Veniamo ora all’effetto terapeutico del massaggiare il collo. Sì perchè sono tanti gli effetti e sono anche molti i muscoli che sono presenti a livello della cervicale, quindi è impensabile riuscire a massaggiare solamente quel ventre muscolare.

Prenota una visita a Roma
Scrivimi su WhatsApp per prenotare una visita

Dovete sapere inoltre che sul collo ma anche su tutta la schiena sono presenti una sorta di strati muscolari, che vanno dalla parte più superficiale a quella più profonda. Ecco immaginate che con il massaggio si riesce ad arrivare in maniera leggermente efficace ad uno strato intermedio, mentre tutto quello che c’è nella profondità muscolare non arriva.

Cosa fa un massaggio cervicale

Quando si esegue un trattamento di massoterapia cervicale è bene sapere che si generano una serie di effetti come per esempio:

  1. Vascolarizzazione della zona a livello cutaneo
  2. Aumento dell’afflusso di sangue sulle fibre muscolari
  3. Dilatazione dei vasi sanguigni
  4. Eliminazione delle sostanze nocive legate all’infiammazione
  5. Poichè arriva più sangue sulle fibre muscolari in disfunzione (che sono quindi in una sorta di ischemia) queste tenderanno a rilassarsi
  6. A livello nervoso c’è una diminuzione delle scariche sensoriali di dolore
  7. Sui recettori del tessuto connettivo arriverà più sangue e calore, il quale genera un allentamento della fascia connettivale con conseguente aumento del range di movimento
  8. Liberazione a cascata dei tessuti collegati al distretto a cui si è fatto (massaggio collo e cervicale)

Quando non fare massaggi cervicali

Veniamo ora alle condizioni in cui è bene evitare di fare dei massaggi alla cervicale. Sì perchè non è detto che rilassare e sciogliere quel distretto sia sempre una buona idea.

Per questo motivo, solamente attraverso un’attenta valutazione palpatoria, anamnestica e funzionale il dr. Daniel Di Segni valuterà se durante la seduta terapeutica si potrà effettivamente fare un trattamento massoterapeutico oppure no.

Leggi Le Recensioni
Più di 300 pazienti hanno lasciato la propria opinione
5,0
Recensioni

quando non può essere fatto un massaggio cervicale

Prenota una visita a Roma
Scrivimi su WhatsApp per prenotare una visita

Esistono infatti condizioni che determinano una controindicazione nell’eseguire massaggi come:

  • Quando il distretto cervicale posteriore non è implicato nel problema ma è vittima (in questi casi il trattamento va fatto anteriormente ma con molta attenzione)
  • Nei casi di infiammazione cervicale
  • Quando è presente una fase acuta legata ad una discopatia (ernia o protrusione cervicale)
  • Quando sono presenti infezioni sistemiche
  • Quando il paziente ha avuto o sta affrontando un cancro
  • Quando sono presenti alterazioni della vascolarizzazione (disturbi della coagulazione ecc.)
  • Se sono presenti dei disturbi (magari congeniti) alle arterie vertebrali che potrebbero minare alla salute del paziente
  • A volte è sconsigliabile eseguire massaggi decontratturanti cervicali in quei casi in cui quel blocco muscolare sta tenendo, come ultimo baluardo, ad una condizione ben più grave. In questi casi le contratture sono protettive di altre situazioni
  • In alcuni casi di mal di testa è sconsigliabile eseguire un massaggio cervicale e spalle
  • Problemi legati alla vista che potrebbero inficiare e scombinare un equilibrio precario

Vedete come effettivamente ci sono parecchie situazioni che possono essere rischiose per il paziente che si sottopone ad un massaggio cervicale. Risulta quindi veramente fondamentale eseguire solamente questo tipo di trattamento da professionisti sanitari che sono competenti e specializzati nel rachide cervicale.

C’è da fare una piccola precisazione però: purtroppo nel mondo sanitario, soprattutto nella classe medica, non si conoscono le varie tecniche riabilitative e non c’è una visione univoca e globale tra il mondo fisioterapico e quello medico. Per questo motivo, molto spesso, quando alcuni pazienti si rivolgono prima ad un medico, ricevono una prescrizione di massaggio decontratturante cervicale senza però riuscire a riconoscere che quello che serve al paziente non è un massaggio posteriore bensì un lavoro di rilascio della muscolatura anteriore (come liberare gli scaleni o il muscolo sternocleidomastoideo)

Cosa è successo ad una mia paziente

Ricordo come fosse ora quando giunse da me una paziente ormai esausta della propria condizione di pesantezza e continuo dolore alla zona cervicale. Era parecchio tempo che soffriva con il collo ed era andata già da 3 medici ortopedici che non gli avevano riscontrato nulla di particolare e gli avevano prescritto di eseguire un ciclo di massaggi alla cervicale che lei è andata a fare in uno studio fisioterapico vicino al lavoro.

storia di laura

Purtroppo però, ogni volta che andava a fare la terapia nel centro fisioterapico, gli facevano come da prescrizione un massaggio al collo POSTERIORMENTE senza minimamente curare tutto il compartimento anteriore del collo, che nel suo caso era quello che creava problemi.

Prenota una visita a Roma
Scrivimi su WhatsApp per prenotare una visita

Dopo un temporaneo beneficio nelle ore successive al trattamento, compariva nella paziente non solo una rigidità maggiore rispetto a prima ma anche un forte mal di testa che gli durava tutta la notte e gli pregiudicava il sonno.

Stanca di questa situazione, decise di rivolgersi proprio al sottoscritto in quanto avendo letto tutte le recensioni eccelse di tanti pazienti, pensava che potessi essere io la figura giusta per risolvere il suo problema.

Effettivamente la paziente era rigida nei movimenti, ma era da imputare ad un vero e proprio blocco della muscolatura anteriore e delle vertebre (in quel caso l’epistrofeo era inchiodato in avanti).

Ogni volta che gli lavoravano la muscolatura posteriore, questa stava male perchè quella zona stava cercando di bilanciare e gestire l’eccessiva tensione dei muscoli davanti.

Vi assicuro che sono bastate solamente 3 sedute, tutte svolte a riequilibrare la struttura cervicale, per riportare questa simpatica paziente ad avere un movimento libero, completo e senza dolore.

Prenota una visita a Roma
Scrivimi su WhatsApp per prenotare una visita

Come eseguire un massaggio efficace per la cervicale

Veniamo ora alla parte pratica. Vi illustro come eseguo un massaggio al collo per far sì che sia terapeutico ma al contempo molto piacevole da ricevere.

  1. Scegliere un olio con cui eseguire il massaggio. Generalmente noi fisioterapisti usiamo o un olio specifico per il massaggio oppure una crema per massoterapia, ma va benissimo anche l’olio Johnson per i bambini.
  2. Metterne un pochino sulla mano e distribuirlo tra le mani in modo da riscaldarlo con il proprio calore e con la frizione dello sfregamento
  3. Una volta che si è riscaldato tra le nostre mani iniziare delicatamente a distribuirlo con movimenti lenti e delicati sulla cute del paziente, in modo da iniziare anche a relazionarci con il suo corpo e farci accogliere in maniera rilassata e dolce.
  4. Massaggiare ponendo una forza leggera e non superincisiva sulla zona muscolare andando inizialmente sui gruppi muscolari molto grandi come il muscolo trapezio oppure la zona tra le scapole.
  5. Quando si lavora nella zona del collo vero e proprio, eseguire una frizione profonda della muscolatura eseguendo piccoli movimenti circolari in modo da sentire le fibre muscolari e cercando di vascolarizzare quella zona senza però eseguire una pressione prolungata in un unico punto
  6. Le manovre devono essere sempre in direzione del cuore, quindi dal basso verso l’alto
  7. Dopo aver eseguito il massaggio, ricordarsi di terminare con piccole manovre di percussione con la parte esterna della mano in maniera oscillante e alternato.

 

Vuoi affidarti però ad un professionista per il tuo collo? Compila il form quà sotto oppure chiamami per fissare un appuntamento nel mio studio a Roma

Scrivi Una Recensione
Più di 300 pazienti hanno lasciato la propria opinione
5,0
Scrivi su Google

Riguardo Daniel Di Segni
Daniel Di Segni
Nel mio Studio “Cervicale e Vertigini” di Roma, investo moltissime risorse economiche e professionali per permettere al paziente di avere una fisioterapia di qualità ed individuare il miglior percorso riabilitativo per la singola esigenza e situazione del paziente riducendo quindi il numero delle sedute fisioterapiche.

Vedi Biografia

Hai Bisogno di Aiuto?

    Articoli Correlati
    Articoli correlati
    Indice dei contenuti
    Copyright © 2021 Cervicale Vertigini del Dott. Daniel Di Segni - Via dei Laterani, 28, 00184 Roma RM - P.IVA 13326321000 - Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. Privacy & Cookie Policy

    Il sito web www.cervicalevertigini.it è un sito medico-scientifico con finalità divulgative, non costituisce un mezzo di autodiagnosi o di automedicazione, né sostituisce la consultazione medica e la relazione medico/paziente, le terapie indicate rispondono in modo diverso a seconda dei casi e della patologia del paziente. In questo sito vengono consigliati prodotti e strumenti da acquistare tramite Amazon. Questo sito è affiliato ad Amazon, tutte le transazioni saranno dirottate sul profilo personale Amazon di ciascun utente. Il Sito non si ritiene responsabile per nessuna tipologia di acquisto/recesso.