Cervicale Vertigini è conforme alle misure di sicurezza Covid-19 nella Regione Lazio.

Attacco di cervicale

Indice dei contenuti

Stai soffrendo per un doloroso attacco di cervicale? Bene, se sei capitato su questa pagina che ho scritto per te è perchè hai bisogno di una soluzione e di un inquadramento del tuo problema.

Cos’è la cervicalgia

Partiamo con una definizione su cosa è una cervicalgia e come dobbiamo inquadrare un attacco di cervicale.

Parliamo di dolore cervicale quando abbiamo la presenza di dolore sia associato al movimento sia a riposo del tratto cervicale. Questi dolori cervicali possono essere evocati da tanti fattori ed è bene capire con precisione l’origine dei fastidi per eseguire un corretto trattamento.

attacco di cervicaleFacile quindi capire come un attacco di cervicale, sia che si tratti di cervicalgia acuta che cronica, possa essere evocata da tanti aspetti che andremo ad elencare successivamente.

Cosa genera i dolori cervicali?

Veniamo ora a parlare di quali condizioni possono portare a dei forti disturbi e dolori al collo.

Quali sono i sintomi di un attacco di dolore cervicale acuto

Vediamo insieme quali sono i segni e i sintomi principali di un attacco di cervicale

  1. Tensioni muscolari sia dei muscoli posteriori che davanti alla gola
  2. Contratture muscolari percepibili come uno “gnocco” nel muscolo duro e che fa male
  3. attacco di cervicale cosa fareDolore a livello cervicale sia in un punto che in tutta la zona (a mò di barra)
  4. Muscoli cervicali gonfi e dolenti al tatto
  5. Giramenti di testa
  6. Vertigini
  7. Sbandamenti
  8. Mal di testa con cefalea tensiva
  9. Pesantezza della testa
  10. disturbi alla vista
  11. Dolori che scendono anche agli arti superiori
  12. Attività di vita quotidiana compromessa per il dolore e per al tensione
  13. Posture errate per compensare al dolore
  14. Muscoli paravertebrali che non si rilasciano
  15. Attacchi di panico (un episodio di cervicalgia può evocare anche disturbi del genere)
  16. Ansia

Farmaci per problemi di cervicale

Partendo dal presupposto che ogni farmaco deve essere suggerito e prescritto dal vostro medico che conosce la situazione e che potrà consigliarvelo dopo un attento esame obiettivo della situazione; vediamo ora quali sono i farmaci che si utilizzano per gestire in fase acuta i disturbi cervicali.

  • Farmaci antinfiammatori: esistono tanti farmaci che hanno come obiettivo di ridurre il processo infiammatorio a carico delle faccette articolari delle vertebre cervicali. Hanno una buona azione ma non vanno effettivamente a curare il motivo per cui è venuta quella cervicale infiammata.
  • Farmaci antidolorifici: questi possono essere i classici farmaci analgesici come il paracetamolo che agiscono prevalentemente sul dolore. Ripeto anche quì che se non si va a capire l’origine del disturbo, non hanno molto senso.
  • Creme antinfiammatorie: sono più utili di quello che uno pensa. Permettono infatti di applicare un quantitativo di antinfiammatorio localmente, senza andare a creare problemi gastrici come ulcere o gastriti.

Che esami Eseguire per chi soffre di cervicale?

Innanzitutto prima di eseguire qualsiasi indagine radiologica è bene consultare in prima istanza un fisioterapista specializzato nella cervicale come il dottor Daniel Di Segni. Attraverso un’attenta valutazione si potrà decidere quali esami sono da eseguire e per quale sospetto si esegue quel determinato elemento radiologico.

risonanza magnetica radicolopatia
La risonanza magnetica è l’indagine più accurata per diagnosticare una compressione radicolare a carico dei nervi cervicali

 

Quando si ha un attacco di cervicalgia vera, prima ancora della terapia farmacologica, può essere utile andare a controllare lo stato di salute dei dischi intervertebrali attraverso una risonanza magnetica. Sì perchè molto spesso a livello delle vertebre possono esser presenti delle discopatie che potrebbero creare problemi e determinare oltre che un infiammazione il classico colpo di mancato movimento del collo.

Con questo esame si controlla anche come stanno i vari nervi cervicali e se sono presenti delle compressioni a carico delle radici nervose.

Un altro dei vari esami diagnostici che si possono fare è capire con una lastra o RX se sono presenti dei danni a carico delle strutture ossee delle vertebre cervicali e della testa. Anche quì personalmente suggerisco di andare ad indagare con delle proiezioni anteroposteriori, laterali e oblique per avere un quadro chiaro della situazione anche a livello strutturale.

Una TAC potrebbe esser necessaria solo dopo aver consultato il medico ortopedico nel caso in cui ci siano dei sintomi o dei segni che meritano un approfondimento così accurato.

Mal di testa da cervicale

Uno degli aspetti più frequenti in chi ha un attacco di cervicale è sicuramente il mal di testa che si sviluppa e che rende molto invalidante la giornata fino a che non sparisce. Importante però ricordare come il mal di testa non deve essere inteso come un’unità a se stante, bensì come una faccia diversa dello stesso problema, cioè un problema cervicale.

Leggi Le Recensioni
Più di 300 pazienti hanno lasciato la propria opinione
5,0
Recensioni

Sono molte le connessioni che spiegano come trattando la cervicale migliora anche la cefalea, qualunque essa sia (esistono tanti tipi di emicranie e di mal di testa).

Rivolgendosi ad un esperto fisioterapista come il dr. Daniel Di Segni (contattandolo cliccando quì) potrete risolvere sia l’attacco di cervicale sia anche affrontare e guarire dal mal di testa.

Come risolvere la cervicale infiammata e la cervicalgia

Vediamo ora come affrontare adeguatamente il problema del dolore cervicale e capiamo quali sono gli step da eseguire.

  1. Valutazione: solamente con una valutazione approfondita come viene eseguita nel nostro studio a Roma potrete avere un chiaro piano di quali sono i distretti che stanno creando problemi e capire l’eventuale presenza di strutture che vi creano problemi
  2. Specialista cervicale RomaFisioterapia Manuale: Esser specializzati nel rachide cervicale e nella gestione della vertigine ha permesso al dr. Daniel Di Segni di risolvere in maniera completamente manuale anche i casi più difficili di cervicalgia e vertigini.
    Con numerose tecniche internazionali si potrà affrontare adeguatamente il problema
  3. Esercizi domiciliari: eseguire una corretta attività fisica con degli esercizi mirati migliora non solo lo stato di salute dei dischi intervertebrali ma favorisce un completa ritorno alla normalità; esercizi mirati di rinforzo oppure esercizi di stretching sono fondamentali per guarire. Ricordo che siamo fatti per muoverci e non stare ore davanti ad un computer!
  4. Correzione della postura: non esiste una postura corretta o una postura scorretta, esiste come il nostro corpo si relaziona con lo spazio intorno. Sicuramente però c’è da dire che passare ore con la testa in avanti e con posture non proprio ergonomiche creano come effetti collaterali anche pesantezza della testa, dolore alle terminazioni nervose e tensioni muscoli derivanti proprio dalla cattiva postura.
  5. Utilizzo di rimedi naturali: sono più incline nel consigliare intergratori naturali che farmaci veri e propri per la gestione della cervicale infiammata.

Rimedi Naturali

Sia che ci sia la presenza di vertigini oppure la presenta di sintomi legati alla cervicale bloccata, il mio consiglio è utilizzare certi integratori e rimedi naturali che potranno aiutare il sistema, senza però effettivamente guarire. Ricordo che la soluzione è solamente attraverso una visita e affidarsi ad una fisioterapia con il dr. Daniel Di Segni.

Un ottimo integratore che consiglio è l’utilizzo dell’olio di canapa: ha grossi azioni antinfiammatorie ma soprattutto permette di far recuperare al sistema la corretta modulazione del sistema nervoso.

Altro consiglio è quello di applicare creme che generano calore per i muscoli, in modo da sciogliere quella sensazione di tensione che avviene a carico dei muscoli. Consiglio più questa crema rispetto ai classici cerotti riscaldanti in quanto è più semplice l’applicazione ed è migliore come effetto in quanto favoriscono un aumento del flusso sanguigno nella parte distendendo i tessuti.

Riguardo Daniel Di Segni
Daniel Di Segni
Nel mio Studio “Cervicale e Vertigini” di Roma, investo moltissime risorse economiche e professionali per permettere al paziente di avere una fisioterapia di qualità ed individuare il miglior percorso riabilitativo per la singola esigenza e situazione del paziente riducendo quindi il numero delle sedute fisioterapiche.

Vedi Biografia

Hai Bisogno di Aiuto?

    Articoli Correlati
    Articoli correlati
    Indice dei contenuti
    Copyright © 2021 Cervicale Vertigini del Dott. Daniel Di Segni - Via dei Laterani, 28, 00184 Roma RM - P.IVA 13326321000 - Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. Privacy & Cookie Policy

    Il sito web www.cervicalevertigini.it è un sito medico-scientifico con finalità divulgative, non costituisce un mezzo di autodiagnosi o di automedicazione, né sostituisce la consultazione medica e la relazione medico/paziente, le terapie indicate rispondono in modo diverso a seconda dei casi e della patologia del paziente. In questo sito vengono consigliati prodotti e strumenti da acquistare tramite Amazon. Questo sito è affiliato ad Amazon, tutte le transazioni saranno dirottate sul profilo personale Amazon di ciascun utente. Il Sito non si ritiene responsabile per nessuna tipologia di acquisto/recesso.